Estinzione o cancellazione ipoteca?

Cancellazioni ipoteche

Estinzione e cancellazione ipoteca, sono termini spesso fraintesi su cui occorre fare chiarezza in quanto diversi e afferenti a due operazioni distinte.

L’estinzione dell’ipoteca comporta il suo annullamento. L’ipoteca, estinta, non vale più a garanzia del credito per il quale era stata iscritta. In questo caso nonostante l’estinzione, l’ipoteca rimane iscritta sul registro immobiliare perché non ancora materialmente cancellata.

La cancellazione dell’ipoteca consiste, invece, nell’eliminazione definitiva di tutte le formalità iscritte nei registri immobiliari.

Come si cancellano le ipoteche?

Per qualsiasi ipoteca è possibile ottenerne la cancellazione. La sua eliminazione passa obbligatoriamente dall’estinzione del credito. Mentre per un’ipoteca volontaria basta rimborsare il debito, per cancellare un ipoteca giudiziale bisogna procedere all’estinzione totale del proprio debito ed ottenere la dichiarazione di rinuncia all’ipoteca da parte del creditore. Una volta effettuate queste azioni risulterà necessario presentarsi dal Giudice per un ordine di cancellazione.

AGENZIA PRATI | 82, Viale Milizie - 00192 Roma (RM) - Italia | P.I. 08073631007 | Tel. +39 06 45420721   - Tel. +39 06 37517291 | Fax. +39 06 37517291 | agenzia.prati@libero.it | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite